Project Description

baglio siciliamo

Una masseria siciliana tardo settecentesca sul mare, raro esempio di un coraggio costruttivo a superare il timore di rappresaglie corsare. La masseria si articola secondo il classico impianto tradizionale siciliano: al piano terra un baglio centrale con attorno gli spazi per le funzioni agricole, fabbricati destinati alla lavorazione del vino, palmento, stalle e magazzini; al piano superiore la residenza padronale. Il fabbricato, nel tempo maldestramente rimaneggiato, è stato oggetto di un intervento di restauro e ristrutturazione che ha interessato soltanto una parte seppur consistente dello stesso. Il progetto è stato guidato dalla volontà di dare ordine e pulizia architettonica per far rivivere la storia e rendere leggibile l’impianto originario, non mascherando la contemporaneità dell’intervento: le stalle diventano camere per l’ospitalità, ognuna dotata di una piccola vasca d’acqua, l’antico portale d’accesso e il portico nel baglio tornano ad avere la loro importanza, la piscina comune concepita quale nuovo “abbeveratoio” della masseria, le vecchie porte restaurate, la pietra di Noto recuperata, intonaci naturali a calce per dare morbidezza all’architettura dell’intero. Ogni stanza dopo il restauro è un omaggio all’architettura siciliana, così materna, femminile. Un oikos.

progetto: 2016/2019

foto: simone aprile, vincenzo papa